Fantom Network

Una guida per principianti all’ecosistema DeFi di Fantom

Fantom Network: la blockchain del futuro?

La rete Layer 1 compatibile con Ethereum ospita un vivace ecosistema DeFi ed è diventata una delle preferite da alcuni dei costruttori più prolifici dello spazio crittografico.

Cosa sapere su Fantom Network:

  • Fantom è una catena Layer 1 compatibile con Ethereum con oltre 8 miliardi di dollari bloccati nei suoi protocolli DeFi.
  • Ospita un fiorente ecosistema DeFi, inclusi diversi scambi decentralizzati e protocolli di coltivazione del rendimento.
  • La DeFi su Fantom sembra destinata a continuare a crescere, con diversi lanci molto attesi all’orizzonte.

Fantom è una rete Layer 1, Proof-of-Stake con bassi costi di transazione e rapidità di finalità. Dal lancio nel 2019, Fantom ha costruito un rispettabile ecosistema DeFi di applicazioni sia locali che native di Ethereum.

Che ruolo hanno gli NFT su Fantom?

Gli NFT sono visti come un modo per avere beni in ambienti online e virtuali, che possono comunicare lo stato sociale e il gusto personale: per alcune persone, è l’equivalente digitale dell’acquisto di un costoso paio di scarpe da ginnastica.

Per altri, l’esca sta nel rapido aumento dei prezzi e nella prospettiva di grandi rendimenti. Alcuni acquirenti “capovolgono” gli NFT, vendendoli entro pochi giorni o addirittura ore a scopo di lucro.

I recenti aumenti di prezzo di criptovalute come bitcoin, che sono aumentati di circa il 300% nel 2020, hanno anche creato un nuovo gruppo di investitori ricchi di criptovalute, che spendono le loro criptovalute in NFT.

Perché gli NFT sono importanti su Fantom? Gli NFT potrebbero anche trasformare la musica, lo sport e i videogiochi. Gli NFT e la DeFi sono i progetti più interessanti nel mondo crypto e una rete sviluppata come quella Fantom ha necessità di avere un proprio mercato di Non-Fungible-Token.

Gli appassionati vedono le NFT come il futuro della proprietà. Puoi comprare opere d’arte digitali, case, biglietti per eventi e concetti o fare donazioni. Ad esempio koala NFT è un progetto  che dona una parte dei suoi ricava per difendere e sostenere attivamente i koala, proteggendo il loro habitat naturale.

Per gli artisti, gli NFT potrebbero risolvere il problema di come monetizzare le opere d’arte digitali. Possono ricevere più entrate dagli NFT, in quanto possono ottenere una royalty ogni volta che l’NFT passa di mano dopo la vendita iniziale.

Cos’è la rete Fantom Network?

Fantom è una delle numerose blockchain di livello 1 alternative che sono diventate molto popolari nel 2021. Grazie ai suoi bassi costi di transazione, la rete ha attratto molti utenti e sviluppatori che hanno un prezzo per l’utilizzo di Ethereum a causa delle sue elevate commissioni sul gas.

La catena di base Fantom utilizza i grafici aciclici diretti per ottenere il consenso. Assicura un livello di esecuzione aggiuntivo chiamato Fantom Opera, che gestisce funzioni più specifiche e complesse. Oggi, Fantom Opera è ciò a cui la maggior parte delle persone si riferisce quando parla di Fantom ed è la casa dell’ecosistema DeFi della blockchain.

Opera è il primo livello di esecuzione basato su Fantom ed è compatibile con la macchina virtuale di Ethereum. Ciò significa che gli sviluppatori possono scrivere, distribuire ed eseguire contratti intelligenti scritti in modo solido su Fantom, proprio come farebbero su Ethereum. La compatibilità di Fantom con Ethereum ha anche aiutato a promuovere lo sviluppo poiché i costruttori possono facilmente trasferire le applicazioni da Ethereum a Fantom con poche modifiche al codice sottostante.

Simile ad altre blockchain di livello 1, Fantom utilizza un meccanismo di convalida Proof-of-Stake. Non esiste un importo minimo di puntata: gli utenti possono guadagnare premi con solo 1 FTM. Tuttavia, coloro che puntano importi inferiori devono delegare i propri token a un nodo di convalida. La puntata minima per eseguire un nodo è attualmente 500.000 FTM.

Il meccanismo di convalida di Fantom è ad alta velocità e senza leader grazie al suo algoritmo di consenso Lachesis. I validatori singoli non scelgono quali transazioni sono valide in ogni blocco; invece, Fantom utilizza un consenso a livello di rete.

Rimuovendo i leader, la maggior parte dell’elaborazione delle transazioni non si basa sui validatori che detengono il maggior numero di token, come nel caso di altre catene Proof-of-Stake come Solana e Avalanche. Ciò aumenta il decentramento di Fantom e, di conseguenza, la sicurezza, facendo in modo che tutti i validatori svolgano un ruolo uguale quando partecipano al protocollo di consenso.

Poiché Fantom è compatibile con Ethereum, è possibile accedervi anche tramite popolari portafogli Web3 come MetaMask. Gli utenti possono semplicemente aggiungere la rete Fantom Opera a MetaMask per connettersi a Fantom.

Scambi decentralizzati su Fantom

Fantom ha attualmente due popolari scambi decentralizzati che consentono agli utenti di scambiare risorse e fornire liquidità. Il più utilizzato dei due è SpookySwap. Attualmente è il più grande protocollo DeFi nativo su Fantom con oltre $ 1 miliardo di valore totale bloccato.

L’interfaccia utente di SpookySwap è pulita e di facile comprensione, il che lo rende un ottimo punto di partenza per iniziare a esplorare l’ecosistema DeFi della rete. Lo scambio funziona più o meno allo stesso modo di altri market maker automatizzati: gli utenti selezionano gli asset che desiderano scambiare e l’importo che desiderano scambiare, quindi effettuano lo scambio. L’interfaccia di trading di SpookySwap mostra informazioni utili come il potenziale slippage, l’impatto sui prezzi e le commissioni prima dell’invio delle negoziazioni. Gli utenti più avanzati possono anche creare ordini limite per coppie di asset.

Gli utenti possono guadagnare il token BOO di SpookySwap e le commissioni di trading fornendo liquidità ai suoi pool. Gli staker BOO ricevono lo 0,03% delle commissioni dagli swap, quindi l’importo dei premi pagati aumenta con l’aumento dell’attività sul protocollo.

Ma SpookySwap non si ferma al trading. La piattaforma ha anche creato un’interfaccia intuitiva per il bridge Fantom di Multichain che si integra perfettamente con lo scambio. Attraverso il bridge, gli utenti possono inviare risorse da e verso Fantom e molte altre reti Layer 1 e Layer 2 compatibili con Ethereum, tra cui Binance Smart Chain, Polygon, Arbitrum e Avalanche.

Il secondo exchange più grande di Fantom, SpiritSwap, fornisce funzionalità simili a SpookySwap e ha anche integrato il bridge Fantom di Multichain. Tuttavia, l’innovazione chiave di SpritSwap è il suo sistema di token inSPIRIT.

I fornitori di liquidità che guadagnano il token SPIRIT nativo dell’exchange possono bloccarlo sul protocollo e ricevere token inSPIRIT. I titolari di inSPIRIT guadagnano una parte delle commissioni dello scambio, proprio come il token BOO di SpookySwap. In particolare, possono anche votare su quali pool di liquidità ricevono rendimenti aumentati.

Il sistema di vesting di SpiritSwap è simile a quello utilizzato dal più grande protocollo DeFi di Ethereum, Curve Finance. Più a lungo i possessori scelgono di bloccare i loro token SPIRIT, più token inSPIRIT verranno assegnati, dando loro più potere di voto. Ciò significa che i detentori di SPIRIT sono incentivati ​​​​a bloccare i loro token per periodi più lunghi per ottenere maggiore influenza su quali fattorie di rendimento ottengono rendimenti aumentati.

Lending and Borrowing nella blockchain Fantom

Passando dagli scambi, il prossimo pezzo chiave dell’ecosistema DeFi di Fantom è la sua gamma di piattaforme di Lending and Borrowing. La più grande “banca DeFi” su Fantom è Geist Finance. Lanciato nell’ottobre 2021, Geist Finance è un nuovo arrivato nella scena DeFi di Fantom, ma ha rapidamente guadagnato terreno. Geist funziona in modo simile ai protocolli di prestito nativi di Ethereum Compound e Aave ed è diventato il terzo protocollo più grande di Fantom grazie al suo innovativo programma di ricompensa in token.

Geist ha mantenuto con successo rendimenti interessanti per gli utenti offrendo premi nel suo token nativo, GEIST. Tuttavia, a differenza di altri protocolli che consentono ai minatori di liquidità di vendere immediatamente i loro premi in token, Geist ha un periodo di vesting di tre mesi su tutti i token GEIST guadagnati. Durante questo periodo, i detentori iniziano a guadagnare una quota delle entrate del protocollo come se i loro token fossero messi in staking. I token possono essere ritirati in qualsiasi momento entro il periodo di vesting di tre mesi, ma i titolari perderanno il 50% del totale dei token accumulati. Questi token confiscati vengono quindi distribuiti agli utenti che scelgono di bloccare il proprio GEIST per i tre mesi interi, a vantaggio ancora di più per i titolari a lungo termine.

Non molto dietro Geist Finance c’è un’altra piattaforma di prestito e prestito chiamata Scream. Rendendo omaggio alla popolare serie di film horror con lo stesso nome, Scream non differisce molto da Geist nella sua funzionalità. Tuttavia, il protocollo supporta prestiti e prestiti per una gamma più ampia di asset, tra cui diverse stablecoin più piccole come FRAX, DOLA e TUSD.

Dove Scream devia da Geist è nella sua struttura di ricompensa simbolica. Attualmente sta aggiornando il suo sistema di staking dei token SCREAM per deviare il 70% di tutte le entrate del protocollo agli staker di token e prevede anche di inviare il restante 30% a un DAO appena formato. Poco più della metà dei fondi della DAO sarà trattenuta in riserva come assicurazione in caso di un evento catastrofico come un bug o un hack token. L’altra metà sarà destinata al finanziamento di nuovi prodotti, alla configurazione di incentivi e al riacquisto di token, previa votazione della comunità.

Un’altra piattaforma di prestito notevole su Fantom è Tarot, il 14° protocollo in classifica sulla rete. La nicchia di Tarot sta fornendo l’agricoltura del rendimento con leva, consentendo ai fornitori di liquidità di prendere in prestito attività dai prestatori per sfruttare i rendimenti generati dalle loro posizioni. Sebbene questa strategia possa produrre grandi rendimenti, espone anche i partecipanti al rischio che le loro posizioni vengano liquidate.

Tuttavia, per coloro che non vogliono correre rischi aggiuntivi, Tarot consente agli utenti di depositare i propri beni affinché altri utenti li mettano al lavoro tramite strategie a leva. In tal modo, i depositanti possono generare ottimi rendimenti su singoli asset senza doversi preoccupare di essere liquidati se il mercato si muove contro di loro. Tuttavia, se l’utilizzo dei token prestati è elevato, può esserci un periodo di ritardo per ritirare gli asset. Ciò significa che il blocco dei token è un rischio per gli utenti che potrebbero aver bisogno di un accesso rapido alle proprie risorse.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.